Nuovo anno, nuovi propositi, nuovo blog

Con questo post annuncio solennemente il mio ingresso nella blogopalla. Ero già un utente slandrone della “blogosphere”, con una media di post all’anno che ricordava quella di matematica del primo quadrimestre (nel secondo passavo al primo banco, facevo gli occhioni alla prof e in qualche modo la sfangavo), ma questo è il primo ingresso nel fantastico mondo dell’italico blog.

Brevi istruzioni per l’uso, a volte ve ne importasse qualcosa: qui si troveranno post in inglese e in italiano. Quelli in inglese riguarderanno la mia vita “professionale” (si parlerà di Open Source, di programmazione, di progetti e di lavoro in genere, con qualche sporadico saracco), mentre mi riserverò l’italiano per ragionare di minuzie e varie amenità. O forse no: non sono così bravo a rispettare le regole, facciamo che vediamo come gira e poi si tirano le somme. Comunque, per chi mi volesse fare l’onere di includermi in un aggregatore, se la mistura di inglese e italiano non crea particolari scompensi ci si può sottoscrivere a questa URL. Gli autarchici, invece, possono accomodarsi qui.

Proposito del nuovo anno: dopo avere tenuto un blog per quasi due anni con un numero ridicolo di post, nel 2005 mi riprometto di scrivere almeno un centinaio di note. Se non dovessi riuscirci, chiunque se ne dovesse ricordare in mia presenza avrà il caffé pagato.

Comments

comments